INTOLLERANZA AL LATTOSIO

L’intolleranza che colpisce più del 40%della popolazione italiana è l’intolleranza al lattosio. Il lattosio è lo zucchero presente nel latte e lo digeriamo nell’intestino grazie alla presenza di un’ enzima che prende il nome di lattasi. L’insorgenza può essere : congenita (molto rara),primaria o secondaria. L’ultimo caso è il più frequente, basta ridurre o eliminare l’assunzione di latticini settimanale e come conseguenza si ha che la lattasi non viene più prodotto dal nostro corpo. La diagnosi viene fatta tramite il Breath Test che misura a tempo zero e dopo due ore dall’assunzione di lattosio, la produzione di gas intestinali tramite il soffio sul boccaglio del macchinario. L’anidride carbonica,l’idrogeno, il metano, sono prodotti dai batteri intestinali che elaborano il lattosio non digerito. Quali latticini si possono consumare? La scamorza, il parmigiano, il grana, pecorino romano, asiago, emmental ed il pecorino sardo . Un altro alimento per intolleranti al lattosio, è lo yogurt. Esso contiene lo Streptococcus thermophilus che produce un’ enzima attivo nell’intestino che aiuta la digestione di questo zucchero. I sintomi dell’intolleranza risultano migliorare con l’assunzione di probiotici (microrganismi in grado di favorire l’equilibrio della flora batterica intestinale) che ritroviamo in alcuni yogurt o in preparati farmaceutici. Concludo volendo sfatare il mito dell’associazione tra latte e tumori. Tutti gli alimenti possono essere medicine o veleno in determinate dosi, sono stati fatti degli studi sulla relazione latticini e tumori, è stato riscontrato che una piccolissima percentuale di uomini (0,001%), non significativa a livello statistico, sviluppava tumore alla prostata. E’ vero però che quando il bambino piccolo ha raffreddore o qualsiasi influenza, l’assunzione di latticini può intasare le vie linfatiche aumentandone il muco. I latticini mangiati con moderazione ci aiutano a soddisfare le necessità di calcio, utile in diverse fasi della vita e per diversi motivi. 

Copyright © 2016

Nutri-Mente di Giulia Tiranti.

Tutti i diritti riservati

Biologa Nutrizionista

PIVA 02663450423

Via L.Lotto,6 Jesi 60035 (AN)

PRIVACY POLICY

COOKIE POLICY

Tel:  320/1488588

giulia.tiranti@libero.it

Seguimi anche su:

  • White Facebook Icon